Riccione






L’origine del nome (nella pronuncia locale Arciùn) deriva, dal greco e risalirebbe alla occupazione bizantina del VI secolo d.C.: “archeion” è il nome di una pianta, la lappa, che cresce ancor oggi spontanea nelle ormai rare zone di spiaggia non occupate dagli stabilimenti e che doveva abbondare sul deserto litorale riccionese.
L’inizio dell’attività turistica e la conseguente trasformazione da piccolo borgo sulla Flaminia a città balneare sul litorale si deve alla costruzione dell’Ospizio Marino per la cura ed il ricovero dei bambini scrofolosi, nel 1877. L’Ospizio richiama, oltre i fanciulli malati, anche le loro famiglie; arrivano a Riccione i primi visitatori e i primi ospiti attratti dal paesaggio marino e dall’accoglienza degli abitanti.
Seguono gli anni del fascismo, che Riccione ha vissuto in modo particolare, a causa dei soggiorni del Duce e della sua famiglia. Il fatto che Mussolini abbia scelto Riccione come meta delle sue vacanze, attira le più importanti famiglie italiane, spinte sia dall’emulazione che dalla concreta possibilità di avere un contatto con il Duce.
L’iniziativa privata, che comprende l’importanza del turismo, comincia ad investire in esercizi ricettivi. L’autonomia dal comune di Rimini, di cui Riccione era una frazione, arriva nel 1922. Da questa data lo sviluppo ha subito un notevole incremento e Riccione si è avviata a diventare la “Perla Verde dell’Adriatico”. Le costruzioni edilizie si intensificarono determinando un miglioramento dei servizi pubblici e delle attrezzature turistiche, sportive e complementari.

La spiaggia

I stabilimenti offrono tutte le mattine lo spettacolo di una spiaggia nitida e ordinata, le postazioni di salvataggio vigilano sulla sicurezza dei turisti, all’ombra di ombrelloni e tende ogni ospite vive il sogno d’una vacanza tanto attesa quanto appagante. E poi le feste, gli spazi dedicati allo sport, i baby point e quant’altro l’immaginazione sogna e la realtà conferma. Più d’una spiaggia: la spiaggia di Riccione.
Per i più piccoli, un’area esclusivamente dedicata ai loro giochi: una piacevole alternativa ai tuffi in mare. Per l’intrattenimento di giovani e adulti invece, ci sono tutta una serie di alternative che vanno dagli sport in acqua agli sport in spiaggia. Per chi invece vuole semplicemente trovare delle piacevoli alternative al sole e ai bagni in mare e rilassarsi, ci sono i numerosi bar e ristoranti.

L’entroterra
Oltre allo sfolgorio della costa, forse non tutti sanno che Riccione offre anche un suggestivo entroterra.
Comode e veloci escursioni regalano paesaggi mozzafiato, rocche e castelli ricchi di storia per rivivere le atmosfere e le gesta epiche dell’antica Signoria dei Malatesta, anche grazie al ricco calendario di appuntamenti folkloristici, sagre e feste paesane.

I parchi di Riccione e della Riviera
A Riccione il divertimento è assicurato per tutti: i guizzi acrobatici dei delfini, gli scivoli e le onde giganti, il cinema a tre dimensioni nei più famosi Parchi tematici della Riviera.
Ma ce ne sono anche altri, magari più piccoli e meno famosi, ma che contribuiscono a prolungare il sogno e l’avventura.
Un’infinità di altre attrazioni, ben strutturate ed all’avanguardia nel sapersi proporre alle centinaia di migliaia di turisti, rendono il soggiorno vario e completo all’insegna del divertimento. Le strutture sono dislocate a poca distanza tra loro in un susseguirsi di emozioni uniche e senza fine!

La vita notturna
La notte di Riccione è l’emozione di un ricordo indimenticabile.
Locali di ogni gusto, aperti fino a tutte le ore, offrono ai turisti il profumo dell’allegria e della mondanità. Le donne più belle, i ballerini più acrobatici, i locali alla moda, il look sfavillante della notte riccionese si fondono in un mix che non può essere raccontato, ma che riempie la memoria di coloro che almeno una volta vi si sono abbandonati.
Dopo l’aperitivo, la musica e il divertimento diventano i compagni d’un viaggio inebriante.

La città per divertirsi con lo sport

Naturalmente, oltre alla spiaggia ci sono svariate altre opportunità per praticare sport. Riccione dispone, infatti, di campi da tennis, basket, calcio, calcetto, pattinaggio e campi da bocce.
A Riccione puoi trovare tutto quello che desideri per una vacanza all’insegna dello sport.
Riccione, capitale dello sport, dispone di una vasta gamma di servizi e di strutture sia per atleti e amanti dell’attività fisica, sia per coloro che preferiscono godersi gli eventi sportivi da una tribuna.

Enogastronomia
Le tradizioni gastronomiche della costa e delle vicine colline rivelano l’anima semplice. Generosa, calda ed accogliente della gente che vi abita.
Ma, a Riccione la ristorazione è raffinata. Lo sono i locali, il servizio, l’atmosfera. Raffinata è la cucina a base di piatti internazionali che, completando i menù della tradizione romagnola, vengono continuamente rivisitati all’insegna della novità più sfiziosa. E su ogni tavolo l’immancabile piadina, la specialità del territorio, che firma le abitudini del buongustaio. E poi grigliate a base di pesce, salumi, formaggi dell’entroterra, ottimi vini.

Il benessere
Riccione è benessere ed allegria. Merito del clima frizzante, della voglia di divertirsi, del desiderio di essere protagonisti.
Le terme, i centri estetici, le beauty farm, le palestre posizionate ovunque completano un’offerta in grado di rispondere alle necessità di un turista che neanche in vacanza vuol rinunciare alla cura della propria immagine. Senza dimenticare, per i romantici impenitenti, la passeggiata in riva al mare o l’escursione in un entroterra ricco di panorami inaspettati.